Firenze capitale dell’Egittologia per l’XI International Congress of Egyptologists


Nei prossimi giorni, dal 23 al 30 agosto 2015, Firenze ospiterà lXI International Congress of Egyptologists. L’evento, organizzato da MiBACT–Museo Egizio di Firenze, Università di Firenze–Dipartimento SAGAS, Centro CAMNES e International Association of Egyptologists, è un grande appuntamento per gli egittologi di tutto il mondo, che verranno a Firenze per confrontarsi sulle proprie ricerche in materia di studi sull’Antico Egitto.
La manifestazione è tanto più importante in quanto si svolge nell’ “Anno della cultura egiziana in Italia”, il che permetterà di approfondire i rapporti culturali tra Italia ed Egitto.iceXI

Il Congresso Internazionale di Egittologia è anche l’occasione per presentare al pubblico il rinnovato allestimento di alcune sale del Museo Egizio. In particolare la sala VIII, da sempre destinata all’esposizione delle mummie e degli oggetti di vita quotidiana in materiale deperibile, è stata oggetto di un efficace intervento di riallestimento e nuova illuminazione, che rende oggi decisamente suggestivo quest’ambiente, unico ad aver mantenuto, volutamente, gli arredi dell’allestimento originale di fine ‘800, con le vetrine in stile egittizzante e il soffitto dipinto a volta stellata.

La Sala VIII nel suo nuovo allestimento

La Sala VIII nel suo nuovo allestimento

Piccola mummia di coccodrillo - MEF, Sala VIII

Piccola mummia di coccodrillo – MEF, Sala VIII

Tra i reperti esposti, quelli che destano maggiore interesse, specie nelle scolaresche che qui vengono a svolgere attività didattiche, sono le mummie. Oltre alle mummie umane (tra cui una di bambino, il piccolo Callisto) che si trovano nelle teche al centro della stanza, è oggi esposta in una vetrina la piccola mummia di un coccodrillo. Le vetrine centrali espongono invece oggetti in legno e in vimini di uso quotidiano in ottimo stato di conservazione: notevoli le ceste, una delle quali contiene ancora frutti di palma dum, le corde e le intelaiature di sgabelli e tavolini. La vetrina sull’altro lato della sala accoglie invece il corredo di Tjesraperet, nutrice della figlia del Faraone Taharqa (XXV Dinasia, 690-664 a.C.): tra i vari oggetti è degno di attenzione lo specchio, con tanto di custodia in legno, appartenuto alla donna, che era di alto livello sociale; nella sala è poi esposto il grande sarcofago con la cassa, entrambi in legno e dipinti, appartenuto alla nutrice.

Museo Egizio Firenze, Sala VIII, reperti in legno e vimini

Museo Egizio Firenze, Sala VIII, reperti in legno e vimini

Lo specchio del corredo della nutrice della figlia del faraone Taharqa

Lo specchio del corredo della nutrice della figlia del faraone Taharqa

Nelle altre sale del Museo il rinnovamento è consistito nella riformulazione degli apparati didattici, con l’aggiunta di pannelli informativi che vanno a completare il processo di rinnovamento del percorso museale, avviato già da qualche anno, e che ha visto dapprima la riapertura al pubblico delle sale XII e XIII dedicate all’Egizio di età romana e copta, e in seconda battuta il riallestimento della Sala I dedicata invece alla preistoria dell’Egitto e all’Antico Regno.

La collezione del Museo Egizio di Firenze, la seconda in Italia dopo quella del Museo Egizio di Torino, consta di oltre quattordicimila reperti che vanno dalla Preistoria all’Epoca Copta, con notevoli raccolte di stele funerarie, vasi, ushabti, amuleti e bronzetti di varie epoche; fra i numerosi oggetti esposti nelle sale sono da segnalare il carro della XVIII dinastia (Sala III), il pilastro e il rilievo con la dea Maat dalla tomba di Sethy I (Sala V), il corredo della nutrice della figlia del faraone Taharqa (Sala VIII), alcune statue dell’epoca di Amenofi III, il calice di fayence a bocca quadrata (Sala VI), i sarcofagi appartenenti ai Grandi Sacerdoti del dio Amon e il ritratto di donna del Fayum (Sala XIII).

Annunci

One thought on “Firenze capitale dell’Egittologia per l’XI International Congress of Egyptologists

  1. Pingback: Firenze, Musei Archeologici Nazionali: alcuni avvisi ai visitatori | Museo Archeologico Nazionale di Firenze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...