Firenze, Museo Archeologico Nazionale: inaugura la mostra “L’ombra di Tagete”

Mercoledì 14 maggio 2014, alle ore 17.00, si inaugurerà, nel Giardino del Museo Archeologico Nazionale di Firenze, in Piazza Ss. Annunziata 9b, la mostra “L’ombra di Tagete. Sculture di Francesco Roviello”.

tagete

Le opere dello scultore saranno allestite nello storico ‘Giardino Ameno’ del museo, in simbiosi con le antichità etrusche e romane. A partire dal «cane», del 1981, sino ad una selezione di opere recenti, l’Artista ripercorre le tappe principali della sua ricerca.

Nell’occasione verrà presentato il volume “L’ombra di Tagete. Francesco Roviello. Opere 1979-2009”, a cura di Roberto Cresti, edito nel 2013 dalla EUM (Edizioni dell’Università di Macerata), con il contributo di BEYFIN spa.

Oltre all’artista, saranno presenti all’inaugurazione Andrea Pessina (Soprintendente per i Beni Archeologici della Toscana), G. Carlotta Cianferoni (Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Firenze) e Luciano Modica (Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Firenze).

La mostra, che conta trenta sculture prevalentemente in terracotta, è stata organizzata col contributo di Spagnoli Costruzioni, SEA (Società Edile Appalti) e COSEAMITALIA spa e si avvale del patrocinio della Accademia di Belle Arti di Firenze e del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Macerata.

In occasione dell’inaugurazione verrà presentato anche un video a cura del Laboratorio Multimediale della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, che in questa circostanza si pregia della gentile collaborazione della musicista Giuditta Levi Tomarchio.

roviello

Alcune sculture di F. Roviello nel giardino del MAF

La mostra resterà aperta dal 14 maggio al 29 giugno 2014.

Orari di visita: dal martedì al venerdì, ore 9.00-17.30; lunedì e sabato 9.00-13.00.

In via del tutto straordinaria, grazie al programma di collaborazioni tra la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana e l’Accademia di Belle Arti di Firenze, l’ingresso alla mostra sarà sempre gratuito, ma se dal Giardino Ameno si desidera accedere per la visita al resto del Museo, occorrerà munirsi del biglietto previsto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...