Firenze, Museo Archeologico e Museo Egizio: gli eventi per le Giornate Europee del Patrimonio 2013

Il 28 e 29 settembre sono le Giornate Europee del Patrimonio, una straordinaria occasione per avvicinarci al nostro patrimonio culturale. In tutta Italia sono previste manifestazioni ed eventi collaterali, oltre all’ingresso gratuito in tutti i luoghi della cultura statali. Vi abbiamo già parlato degli eventi che si terranno in Toscana, naturalmente per quanto riguarda l’archeologia. Vediamo ora nello specifico cosa avverrà nei musei di Firenze, l’Archeologico e l’Egizio.

Uno scorcio del "Giardino Ameno" del Museo Archeologico Nazionale di Firenze

Uno scorcio del “Giardino Ameno” del Museo Archeologico Nazionale di Firenze

Alle ore 10.30 e alle 12.30 chi entra in museo può avere la possibilità di seguire una visita guidata nel giardino del Museo, il cosiddetto “Giardino Ameno”, di scoprirne la sua storia e il perché della sua peculiarità, quella di essere un vero e proprio giardino archeologico: come mai, infatti, vi sono delle tombe etrusche al suo interno? E sono originali? E da dove vengono? Quel giardino che solitamente potete intravvedere da via della Colonna, attraverso le sbarre della cancellata, o dal I piano del Museo, sabato vi sarà svelato in tutto il suo fascino (e intanto, vi consigliamo di leggere questo post…).

La visita al giardino offrirà anche l’occasione, per chi lo desideri, di partecipare al contest fotografico su Instagram #Firenzepark indetto da Firenze Card (qui il regolamento): al vincitore saranno riservate due Firenze Card, la tessera che consente l’accesso a 60 musei di Firenze, ai trasporti pubblici e la connessione wi-fi per 72 ore.

Alle 11.30, invece, sarà inaugurato il nuovo allestimento della Sala I del Museo Egizio di Firenze, che espone i reperti egizi databili all’Epoca Predinastica, all’Antico Regno e all’inizio del Medio Regno. Oltre ad un più moderno e adeguato allestimento, anche l’apparato didattico e di comunicazione al pubblico è stato interamente rinnovato, con l’installazione di 7 pannelli luminosi e nuove didascalie nelle vetrine, che si uniformano ai criteri già utilizzati per le sale 12 e 13, aperte al pubblico nel 2011, dedicate all’Egitto Romano e Copto, che molto successo hanno riscosso sia tra i visitatori che tra gli specialisti del settore.

Fra gli oggetti più importanti della sala I si segnalano la statua di un faraone del Medio Regno, la variopinta statuetta di una donna che macina il grano e due pregiati vasi di alabastro con i nomi dei faraoni Unas e Merenra. Il progetto e la direzione scientifica sono a cura di Maria Cristina Guidotti, la progettazione e direzione dei lavori è a cura di Lucrezia
Cuniglio, archietto dell’Ufficio Tecnico della SBAT, e dell’architetto Roberto Mantovani.

Invito Guidotti copia

L’accesso a entrambe le attività non richiede la prenotazione ed è gratuito, così come gratuito sarà il biglietto d’ingresso nel corso delle Giornate Europee del Patrimonio. Vi aspettiamo numerosi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...