Firenze, Museo Archeologico Nazionale: Progetto Nostoi, una performance artistica per la valorizzazione archeologica

Sabato 29 giugno 2013 il Museo Archeologico Nazionale di Firenze ha ospitato ed è anzi stato protagonista di una performance artistica realizzata dai 30 giovani artisti partecipanti ad un cantiere di residenza artistica a Firenze all’interno del Progetto Nostoi – Histoires de retours et d’exodes.

29-giugno_std_10 (2)

Nostoi è un progetto europeo di valorizzazione delle aree archeologiche minori del Mediterraneo che ha per obiettivo quello di “far parlare” i siti archeologici attraverso le espressioni della creatività contemporanea. Dialoga tra l’Italia, in particolare la Toscana, e la Tunisia, ed ha come partner Fabbrica Europa per quanto riguarda il lato artistico e la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana per quanto riguarda l’ambito archeologico.

Negli scorsi giorni gli artisti, esperti nei diversi ambiti artistici del teatro, della musica, della danza, delle arti performative, erano già venuti in museo per un sopralluogo: guidati dalla direttrice, Dott.ssa Carlotta Cianferoni, avevano avuto modo di fare il loro incontro con l’archeologia – non solo nelle sale espositive, ma soprattutto nel giardino e nel Cortile Romano – e di trarre ispirazione per una performance che potesse raccontare in forme nuove l’esperienza di una visita archeologica.

Sabato mattina lo spettacolo, itinerante, si è svolto tra il Cortile Romano e il Giardino del Museo Archeologico. Carlotta Cianferoni e Michael Marmarinos, il direttore artistico del Cantiere Nostoi, hanno illustrato al pubblico invitato ad assistere e partecipare, gli obiettivi del progetto, che mira a trasformare i dati storici e archeologici che ogni sito rivela in una vera e propria esperienza per il visitatore.

Alcuni momenti della performance di Nostoi tra il Cortile Romano e il Giardino del Museo Archeologico

Alcuni momenti della performance di Nostoi tra il Cortile Romano e il Giardino del Museo Archeologico

Gli artisti hanno inscenato alcune performances studiate appositamente per l’oggetto archeologico che più li ha ispirati: la tomba Inghirami e lo sguardo di chi per primo entrò nella tomba al momento della scoperta; la fontana, la tomba dalla necropoli orvietana di Crocefisso del Tufo, ma anche, nel Cortile Romano, le iscrizioni frammentarie provenienti dagli scavi ottocenteschi di Florentia e addirittura il manuale di metodologia della ricerca archeologica “Storie dalla terra” di Andrea Carandini, pietra miliare negli studi di archeologia.

Il pubblico è stato chiamato ad interagire con gli artisti, diventando esso stesso protagonista dello spettacolo: fin dall’inizio, quando ad alcuni spettatori è stato chiesto “perché vai a visitare i siti archeologici?”, “come immagini la tua visita ideale?” (e alcune delle risposte sono state riportate alla fine dello spettacolo), poi facendoli entrare nelle tombe etrusche ricostruite in giardino nei primi anni del Novecento, coinvolgendoli dunque nell’azione.

La Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana in quanto partner del progetto ha seguito fin dall’inizio e continuerà a seguire lo sviluppo di Nostoi, che si concluderà nel 2014 con la realizzazione di una performance artistica che verrà portata in scena a Populonia e Cosa, in Toscana, e a Cartagine in Tunisia.

Annunci

One thought on “Firenze, Museo Archeologico Nazionale: Progetto Nostoi, una performance artistica per la valorizzazione archeologica

  1. Pingback: “Nostoi”: archeologia narrante e arti performative a Populonia | ARCHEOTOSCANA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...